fbpx

Pop Festival - Pedale per chitarra elettrica - Fuzz

Categoria: Tipologia:

149,00

  • Personalizzazione

    Carica qui il tuo file immagine per personalizzare la grafica

    • 0 €
    • (max file size 150 MB)

Tutti i clip audio del Pop Festival Fuzz sono stati registrati con testata a valvole artigianale e cassa 2×12 equipaggiata con altoparlanti Celestion Creamback 75 impostato su un suono estremamente clean.
Le chitarre utilizzate sono:

Fender Stratocaster (equipaggiata con 3 pickup Fender single coil)
Gibson Les Paul Custom (equipaggiata con 2 pickup humbucker Gibson)
Fender Telecaster American (equipaggiata con 2 pickup Fender single coil)

Suono pulito chitarra/amplificatore senza pedali o effetti


Clip 1
Chitarra: Fender Stratocaster (pickup al ponte)
Genere: 60s Heavy Rock
Fuzz: 9/10
Volume: 9/10


Clip 2
Chitarra: Gibson Les Paul (pickup al manico)
Genere: Jazz/Fusion
Fuzz: 7/10
Volume: 9/10


Clip 3
Chitarra: Fender Telecaster (pickup al ponte)
Genere: 60s Rock
Fuzz: 6/10
Volume: 9/10


Pop Festival è un fuzz costruito con in testa l’elettricità del suono del periodo di fine anni ’60; periodo storico di estrema sperimentazione sonora durante il quale, artisti come Jimi Hendrix, The Who, Cream, Rolling Stones, Beatles, Santana, Ten Years After… non solo sono stati consacrati titani della musica internazionale ma hanno rivoluzionato totalmente il suono della chitarra elettrica. Probabilmente, senza il loro apporto, la musica non avrebbe avuto l’evoluzione che noi tutti conosciamo.

Sfruttiamo i controlli della chitarra!
Il Pop Festival dispone di 2 controlli: Volume e Fuzz. Le sfumature ottenibili da questo pedale sono davvero innumerevoli, si può spaziare da una leggera effervescenza sulle armoniche superiori, ad un’onda quadra che simula l’effetto di un amplificatore sull’orlo della distruzione.
Uno dei grossi vantaggi dei migliori fuzz del passato è la possibilità di pilotare la distorsione con i controlli della chitarra: Pop Festival dispone di questo considerevole vantaggio. Si raccomanda, per ottenere risultati ottimali, di posizionare sempre il Pop Festival all’inizio della catena effetti.

Fra leggenda e mito…
Questo fuzz di produzione del tutto artigianale, come tutti i prodotti Colombo Audio Electronics, è stato frutto di un attento studio dei componenti e della loro interazione per ottenere il suono che ha dettato la copertina della storia del rock. Nella Londra degli anni ’60 il mercato era del tutto differente da quello attuale, e la tecnologia di quegli anni non era nemmeno paragonabile a quella dei giorni nostri. Ciononostante le difficoltà per ricreare il suono delle vecchie componentistiche non è stato facile. Il Pop Festival affida a 2 transistors al silicio il ruolo fondamentale per generare questo effetto dal sapore antico; una delle maggiori difficoltà, e quindi la più grande sfida, è far suonare questi transistors al silicio come i vecchi transistors al germanio, componenti di difficile reperibilità e soprattutto di scarsa affidabilità (suono molto variabile con il cambio della temperatura e dell’umidità). Pop Festival è il perfetto connubio tra suono vintage, grande artigianato e affidabilità.

“Good taste is the death of art” – Truman Capote