fbpx

Southern Stalker - Pedale per chitarra elettrica - SRV Booster, Treble Booster

Categoria: Tipologie: , ,

139,00

  • Personalizzazione

    Carica qui il tuo file immagine per personalizzare la grafica

    • 0 €
    • (max file size 150 MB)

Tutti i clip audio sono stati registrati con testata a valvole artigianale e cassa 2×12 equipaggiata con altoparlanti Celestion Creamback 75 impostato su un suono estremamente clean.
Le chitarre utilizzate sono:

Fender Stratocaster (equipaggiata con 3 pickup Fender single coil)
Gibson Les Paul Custom (equipaggiata con 2 pickup humbucker Gibson)
Fender Telecaster American (equipaggiata con 2 pickup Fender single coil)

Suono pulito chitarra/amplificatore senza pedali o effetti


Clip 1
Chitarra: Fender Stratocaster (pickup al ponte + centrale)
Genere: Blues
Boost: 10/10
Twang: 7/10


Clip 2
Chitarra: Gibson Les Paul (pickup al ponte)
Genere: Rock
Boost: 10/10
Twang: 10/10


Clip 3
Chitarra: Fender Telecaster (pickup al ponte)
Genere: Rock/Blues
Boost: 6/10
Twang: 3/10



Stevie Ray Vaughan (SRV), ZZ Top, Lynyrd Skynyrd e molti altri riconducono a questo genere di suoni che hanno segnato un vero e proprio genere musicale.

Il Southern Stalker prende in prestito la sua voce dai miti del passato, disponendo di due controlli semplicissimi: Boost e Twang.

Con Boost si possono ottenere una varietà di suoni davvero innumerevole, settaggi bassi producono una lieve distorsione anni ’60, proveniente dalla circuiteria stessa del pedale, mentre, con valori alti del controllo Boost, possiamo arrivare ad ottenere un guadagno fino a +30db.

Il controllo Twang lavora sulla voce del pedale, un valore basso conferisce una linea decisamente più grossa e slabbrata, alzando il controllo Twang si entra in territori stile Rangemaster, offrendo un suono più definito.

Le combinazioni che i due controlli offrono sono infinite, il Southern Stalker è in grado di mandare in saturazione qualsiasi amplificatore.

Un elemento fondamentale di un setup che include questo pedale è il potenziometro del volume della chitarra, il quale può offrire una voce differente ad ogni impostazione. Il consiglio è quello di sperimentare molto lasciandosi ispirare dai miti degli anni ’60 e ’70 e da come sfruttavano ogni singola caratteristica del loro strumento.